Chiedere aiuto

Non sono più felice con questa persona, il mio matrimonio è diventato una prigione, sono anni che sono in conflitto con i miei genitori, questo lavoro non fa per me, in questa città non vivo bene, ho sempre problemi di salute. Non ce la faccio più a continuare così.

Hai fatto tanti sacrifici per costruire quello che hai e ora ti accorgi che non va più bene, hai perso la gioia di vivere. Quando passi molti anni insieme a qualcuno o a fare un certo tipo di lavoro e di vita, ad un certo punto, puoi avvertire il bisogno profondo di un cambiamento perché questa vita, costruita e organizzata in un passato in cui avevi altri valori e ideali, non corrisponde più alla realtà presente di ciò che sei diventato. Ci vuole coraggio per riconoscere di essere infelice.

Oggi emergono nuovi bisogni, nuovi desideri. Non c’è niente di male nel desiderare un’altra vita, non bisogna sentirsi in colpa per questo.

Perché allora insisti, ti ostini a rimanere in questa situazione, a salvare l’insalvabile, continuando ad investire le tue energie per conservare ciò che non funziona più? Pensi che il tuo sacrifico possa salvaguardare altri dal dolore? No. Continuerai a fare male a te stesso e trasmettere la tua insofferenza e la tua frustrazione a chi ami di più.

Cosa puoi fare invece? Ricominciare da capo? Riorganizzare la vita e le relazioni? Apportare qualche cambiamento? E tutto ciò ti fa paura? E’ normale.
Ma non significa che sei un fallito, uno stupido o un incapace. Hai soltanto bisogno di un buon aiuto.
Chiedilo ora.